Bisogno d’amore,credo


Ieri sera,o meglio ieri notte, sarà stata l’una più o meno, ci chiamano a Campo Boario, una via che costeggia le mura Aureliane fino a Porta San Paolo. Nella mia topografia mentale(ma anche reale) dei soccorsi, Via del Campo Boario mi fa venire in mente un certo numero di soccorsi fatti a transessuali picchiati e spesso rapinati alla fine della notte.Invece ieri no.Ieri ci chiamano dei ragazzi che hanno trovato su una panchina sotto un albero un signore con una grossa pancia, vestito modestamente ma pulito, ronfante e semicosciente.Lo scuoto, gli chiedo come si chiama e quanti anni ha per sentire come parla e se riesce a parlare,soprattutto.Ha 70 anni,abita lontano da qui ed è difficile che a quest’ora ci possa tornare da solo, a casa. Sembra solo ubriaco, ma anche un po’ troppo rallentato nei movimenti e nell’eloquio, per aver bevuto una sola “birretta” come dice lui. Poi comincia a chiederci della ragazza. Quale ragazza? Stavo prendendo la birra con una ragazza..dove è andata la ragazza? Cerco di convincerlo a venire con noi in ospedale,dove smaltirà quel che lo ha ridotto in quest condizioni (difficile che sia stata una semplice birretta) al sicuro, lontano da malintenzionati che potrebbero approfittare del suo stato, e acconsente docilmente. Certo la ragazza..certo il portafoglio,e il cellulare…sparito già tutto..Forse non è appropriato,ma ho provato tenerezza.(25 ottobre 2009)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...