La solitudine del soccorritore


Trovarsi le mani sporche di sangue
di un figlio non tuo.
Toccare la testa delle persone
ha grandi significati intrinsechi
lo dice il grande etologo,
quando quella testa ti sporca le mani di sangue
quel figlio è tuo.
è questo che faccio,sudo e mi sporco e mischio alla mia, la vita degli altri.
e non ci posso fare niente se mi viene ancora più fame,
e non ci posso fare niente
se frugo e ritrovo dentro di me
l’ultima volta che ho carezzato una testa amata,
l’ultima volta che ho sentito una vibrazione di vita sotto la pelle.
era solo ieri.

20120201-225512.jpg

Ragazzino di 14 anni a via della Magliana, caduto dal motorino. Codice rosso.

(20 gennaio 2010)

2 thoughts on “La solitudine del soccorritore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...