Quando succede ad uno di noi


Quando succede ad uno di noi, di sentirsi male, o di ammalarsi, o quando ci ritroviamo al funerale di un collega che dopo 40 anni di contributi e turni massacranti campa due anni in pensione e poi muore, scende una cappa d’incredulita sulle nostre facce, sulle nostre spalle. Ci guardiamo di sguincio, e continuiamo a fare soccorsi, a preparare da mangiare per affrontare un doppio turno, a pianificare nuovi straordinari per il giorno o la settimana dopo. Io lo so. Loro lo sanno. Ci diciamo: ma M. faceva troppi straordinari, fumava troppo, non dormiva, mangiava male… M. faceva più o meno la vita che facciamo tutti noi. Solo questa è la verità. Ci tiriamo fuori, invece di sfruttare questo memento mori. Magari ci pensiamo. Per due giorni avremo più voglia di mangiare, di divertirci, di fare l’amore; rifiuteremo lo straordinario in più, saremo più uniti. E poi ricominceremo come sempre.
Dedicato a Mario.

2 thoughts on “Quando succede ad uno di noi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...