Fuga precipitosa

Immagine


20120228-221731.jpg

In direzione sbagliata,però. Pronto Soccorso Ospedale San Camillo, Roma

Annunci

Zoccolaccia comunista (sarei io)

Immagine


Ieri sono tornata da te, era la terza volta. Deliravi come non mai. A settembre ti avevo trovata nuda, che giravi nella tua stanza piena di vestiti ammucchiati, l’odore stantio di sigarette giusto un po’ mitigato dalle finestre aperte per far entrare il fresco nella sera ancora calda di Settembre.Ti abbiamo fatta vestire e ci hai seguiti quasi docilmente, chiamando ad intervalli regolari una certa “Sina” colpevole di non si sa che cosa, e di tutto.E poi confabulavi a proposito dell’altezza di qualcuno: uno e sessantaquattro, uno e sessanta, no: uno e sessantuno e così come una litania di numeri. Non volevi farti toccare, dicevi che ero zozza.

La volta prima ancora ero venuta in casa tua per tuo fratello, malato pure lui come te. Io che ho sempre pensato che le sfortune non vengono tutte insieme alla stessa persona e nello stesso momento mi sono dovuta con i pazienti psichiatrici ricredere, e non era la prima volta:  forse non è tutto ambiente e famiglia, forse (ma che dico forse, ci sono ampli studi a riguardo) c’è anche un po’ di genetica che infierisce su certe persone.

Ieri stavi un po’ peggio del solito: mi sono avvicinata senza paure, ormai so che anche nei tuoi deliri paranoici peggiori non sei mai aggressiva, se non verbalmente. Io mi ci perdo un po’, mi sento quasi ipnotizzata dallo sproloquio dei malati psichiatrici, così come rimango sempre affascinata dall’afasia dei pazienti con l’ictus.

Ci ho rimediato questo: ” Zoccolaccia comunista”, che quasi quasi è un complimento (mentre ci hai ripetuto ossessivamente che tu, tu non sei radicale) e uno sputo in faccia. Ti sei dovuta far portar via dopo un’iniezione di Talofen e Serenase che ti ha fatto il dottore, e va bene così. Meglio la contenzione chimica di quella fisica, credo.

Cercasi tv-seriesnygga (non è un mobile di Ikea) – Corriere.it


Ma che vi devo dire, sarò prevenuta e nella mia mente ai popoli nordici li difendo sempre, per il carico di civiltà che hanno sempre e comunque, ma insomma non mi ha scandalizzato questo annuncio per la ricerca di infermiere carine in Svezia. Il marketing è marketing, così si sono giustificati e ci credo(se fosse successo qui, no, appunto sono prevenuta). Non mi scandalizza nemmeno il fatto che nell’immaginario collettivo vicino all’infermiera modello Florence Nightingale ci sia il modello Gloria Guida “infermieranellacorsiadeimilitari”. Son altri i problemi.ps: dalle statistiche del sito scopro che a questa pagina qualcuno è arrivato proprio googlando infermiera sexy. E’ normale, provate a scrivere infermiera sulla search box di google e troverete pagine e pagine di porno infermiere prima di arrivare ad una pagina che parli di lavoro: io non ci faccio più caso.

Svezia: «Cercasi infermiere carine» Ecco l’annuncio che non ti aspetti – Corriere.it.

Il soccorso finito 5 minuti fa


Potete riempire pagine e pagine di giornale con lo scandalo del dissesto dei Pronto Soccorso, fin quando i medici delle clinicucce convenzionate ci mandano a chiamare per prendere i pazienti di 91 anni in gasping perché muoiano 5 minuti dopo l’arrivo in ospedale solo per pararsi il culo e non peggiorare le proprie statistiche di mortalità, non si andrà mai da nessuna parte.